Cos’è il “food porn”?

 

Cos’è il “food porn”?

 

Gelato al gusto cheesecake ai frutti di bosco – Tutti i diritti riservati a Salento Food Porn

C’è qualcosa di pornografico e/o vietato ai minori?

“L’espressione FOODPORN non si riferisce a contenuti vietati ai minori o da censurare e non riguarda cibo dall’alto potere afrodisiaco.

Non riguarda affatto una pratica sessuale né un genere di film erotici con il cibo come protagonista.

Essa è stata coniata negli USA, praticamente 30 anni fa, nel mondo della critica enogastronomica.

Si tratta, molto più semplicemente, di una branca del food photography che, con l’avvento massiccio dei social network, si è man mano sviluppata in modo costante fino a diventare virale.

Si tratta, perciò, almeno nel nostro contesto, di cibo provato ed approvato che al solo sguardo, anche tramite lo schermo, fa venire l’acquolina in bocca.

Sagne torte con sugo di pomodoro fresco e cacioricotta – Tutti i diritti riservati a Salento Food Porn

Che si tratti di cibo grasso o iper salutista, carnivoro o vegano, crudista o affumicato, gourmet o street food, dolce o salato; che sia una fresca insalata o un abbondante piatto di pasta la regola è soltanto una: far venire il desiderio di mordere lo schermo a chi lo sta guardando. Perciò, il food porn è cibo fotografato che fa letteralmente venire l’acquolina in bocca e sviluppa la voglia dell’osservatore al punto di influenzare i suoi desideri gustativi.

Panino con polpo arrosto, stracciatella e pomodorini gialli – Tutti i diritti riservati a Salento Food Porn

Si può, infine, tranquillamente affermare che il food porn esiste sin dalla pubblicazione dei primi libri, guide e riviste gastronomiche e perciò ha più di 30 anni. Si tratta di un fenomeno che molti anni dopo è stato denominato in tal modo fino ad assumere una notorietà capillare negli odierni mezzi di comunicazione.” E per capire ancora meglio la portata del fenomeno basta conoscere i suoi numeri. L’hashtag #foodporn oggi su Instagram conta la bellezza di 180.000.000 (CENTO OTTANTA MILIONI) di post e c’è di tutto, veramente di tutto. Provare per credere.