Orecchiette fresche fatte in casa: la ricetta.

Orecchiette fresche fatte in casa: la ricetta.

Le orecchiette sono il simbolo della Puglia a tavola. Un vanto per tutti i pugliesi e salentini. Un formato tipico di pasta fresca ormai riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo.Lavoratele rigorosamente a mano e vedrete che esercizio dopo esercizio diventerete sempre più bravi; quasi come le nonne e le massaie pugliesi. Le orecchiette si sposano benissimo con il sugo di pomodoro ed ovviamente con le cime di rapa. Ma oltre a questi abbinamenti classici, ben si sposano con accostamenti apparentemente insoliti. Provare per credere!

Passiamo alla preparazione.

  • Tempo: un’ora circa
  • Dosi: 6 persone
  • Difficoltà: media
  • Food Cost: 1,00 €
  • Ingredienti: 200 g. di acqua; 400 g. di semola rimacinata di grano duro; sale q.b.

Per preparare le orecchiette:

Per prima cosa versate la farina di semola di grano duro rimacinata sulla spianatoia e formate una fontanella. Aggiungete il pizzico di sale e iniziate a versare al centro l’acqua. Aiutandovi con le dita, fate in modo da far incorporare l’acqua alla farina. Continuate ad aggiungere gradualmente altra acqua e impastate per una diecina di minuti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
A questo punto coprite l’impasto e lasciatelo riposare sul piano per 20 minuti.
Passato il tempo, tagliate una parte dell’impasto e lavoratelo formando una specie di cilindro, una serpentina dello spessore di circa 1 centimetro. Con l’aiuto di un coltello, da questo ricavate dei pezzi della lunghezza di circa 1 centimetro.
A questo punto, con l’aiuto di un coltello a lama liscia, formate dei falsi cavatelli trascinando ciascun pezzetto dell’impasto sulla spianatoia. Rigirate su sé stesso il falso cavatello e ripetete l’operazione fino a terminare l’impasto.
Potrete a questo punto consumare le orecchiette fresche o essiccarle o addirittura congelarle. In tal caso disponetele prima in un vassoio per non rovinare la loro caratteristica forma e vanificare i vostri sforzi.